Titoli di libri da offrire per pubblicazione a nota casa editrice milanese

  • Napoli e la camorra: un binomio possibile?
  • I Casalesi e il loro contributo all’edilizia campana
  • Camorra e politica: una bella storia di fantascienza
  • Il 41 bis (libro con comodi inserti da staccare, compilare e restituire ai parenti durante i colloqui del venerdì)
  • L’emergenza rifiuti, la gabbianella e il gatto che le insegnò a magnare nei sacchetti. Favola
  • Intercettare è un po’ come morire – horror
  • L’Amore vince sempre sull’Invidia e sull’Odio – bestseller.

Un sindaco leghista a Napoli, atto unico

Atto primo, scena I

esterno, giorno
Un’auto blu si ferma sotto Palazzo San Giacomo. Dal lato destro della vettura scende un uomo, è al telefono.

SINDACO LEGHISTA: (all’interlocutore): sai come diciamo da noi? legge vicentina, dura dalla sera alla mattina. Eh? Se farò tutto quello che ho promesso prima delle elezioni? Ahahah, se le parole pagasse dazio, saria un afar serio! Aspetta, ti richiamo, qui c’è già casino…maledetti terroni!

LSU IN CORO
: ‘O POSTO CE STA/ MA NUN CIO’ VONNO RAAAAAAA / SO VONNO VEEEEEEENNNEREEEE!!

SINDACO LEGHISTA
:  Oeh, iniziamo bene! Cosa sta succedendo qui! Andate a lavùrare, dàiii!

LSU IN CORO
: SINDACO, SIAMO GLI LSU DEL COMUNE! LAVORIAMO PER TE. MA CE LO DEVI DIRE TU COSA CAZZO DOBBIAMO FARE!

SINDACO LEGHISTA
: Uè Napoli! Non mi fate mica pena…massa bon te passi da mona e mi’ no so’ un coion!  Andate a lavorare, risolvete i problemi… ci sono i rifiuti, c’è la camorra!
LSU IN CORO
:  SINDACO… CHE CAZZO DICI? I RIFIUTI LI HA TOLTI BERLUSCONI, LA CAMORRA L’HA ELIMINATA MARONI! CHE CAZZO FACCIAMO?

SINDACO LEGHISTA: Ah, vero. (cazzo, son furbi i terroni…). Insomma! Chi comanda qui? Ehi, tu… te cave e recie! La PADANIA NON VUOLE PAGARE PIU’ PER VOI DOPO CENTO ANNI!!!

LSU: Sindaco, a parte che forse dimentichi che il Regno delle Due Sicilie al momento dell’annessione aveva due volte più monete di tutti gli altri Stati della penisola messi insieme e non lo dico io ma Francesco Saverio Nitti, ma tu ti sei candidato a Napoli per dimostrare che il “Modello Lega Nord” funziona. E allora? FACCI LAVORARE!!!!

SINDACO LEGHISTA: e allora andate a zappare la terra anziché fare i Casalesi, neh!

LSU: Già. Facile dire così, vero? Eppure tu dimentichi che le discariche della Campania sono piene di rifiuti del tuo bel Nord Est. E non lo diciamo noi, lo dicono anni di inchieste.  Col cazzo che la terra la zappiamo, ora. Ci cresce il veleno.

SINDACO LEGHISTA: Uè terùn, ma tu parli bene. Sarai mica un infiltrato del Pd?

LSU: Macché. Sono laureato, sposato e con un figlio. Vivo al rione Sanità. Ottocento euro al mese non sono un granché, ma riesco a campare, mi do’ da fare, lavoro anche la sera…

SINDACO LEGHISTA: EH? Brunetta Zaia e Galan non me l’avevan mica detto che qui ci son persone così, quando mi hanno candidato a fare il sindaco di Napoli. Mica come il figlio dell’Umberto che…vabbè ci siamo capiti!  Questo è un guaio: se capiscono che a Napoli c’è gente così chi cazzo ci vota più al Nord? Che dice, dottore, forse è meglio che tolgo il disturbo e vi lascio soli col vostro dolore?

LSU
: Ma sì. Io per ringraziarla mi metto la maglietta di Maradona e vado a fare ammuina in strada ripreso dalle telecamere del Tg1.

SINDACO LEGHISTA: e allora arrivederci

LSU: arrivederci.

(fine)

Craxi, Minoli e quel taglietto della Rai su Youtube

Archiviata anche la puntata del grande Gianni Minoli su Bettino Craxi e m’è tornata in mente la feroce satira di Corrado Guzzanti.
Ho scoperto che nel video ospitato dalla pagina Rai.tv di Youtube non c’è un pezzetto fondamentale dello sketch di Guzzanti. Pochi secondi (23 in tutto) ma è il momento in cui il comico nei panni di un assatanato Minoli sbeffeggia Ciriaco De Mita e Ghino di Tacco.

Possibile che dopo tanti anni,  abbiano avuto paura di metterlo integralmente sulla loro pagina di Youtube? Non ci credo, sono sicuro che non l’han fatto apposta.

Guardate la versione “light”

e quella completa: