Quando Napoli è nel palinsesto tra colera e Gomorra

Fra ieri e oggi Napoli è andata in onda su Raitre come “Gomorra” (ovvero il film di Matteo Garrone tratto dal romanzo di Roberto Saviano) e come città del colera, con un documentario de “La storia siamo noi”.

Non sono mai stato un sostenitore dell’orgoglio napoletano né tanto meno del dover parlare bene d’una città devastata da troppi anni per aver memoria di qualcosa di positivo che non sia ‘o scudetto di Maradona. Ma c’è una grande lezione da imparare: intrappolata nello stereotipo che la costringe a imitare – fra l’altro pure male – se stessa, Napoli tra Gomorra e colera è una sintesi perfetta di ciò che un certo giornalismo ne ha fatto.
Non mi sento di assolvere nessuno, nemmeno me stesso. Tuttavia davvero sarebbe l’ora di smetterla e raccontare questa città, seppur disponibilissima all’oleografia e alla strumentalizzazione d’ogni tipo, attraverso le notizie e non attraverso la loro distorsione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *