Investigazioni elvetiche

A Ginevra, dal 22 al 25 aprile 2010, si terrà la sesta Conferenza Globale del giornalismo d’inchiesta.

Mi scrive Serena, collega e tra gli organizzatori dell’evento:

Ci siamo resi conto che, nonostante la vicinanza geografica, per ora dall’Italia non viene quasi nessuno..vabbe’ che stiamo messi male, ma non così male… No??

Beh, si paga ed è in inglese: sfido che nessun giornalista italiano si è presentato 😉 Comunque è una cosa di livello altissimo, vale la pena. Mi fa pensare ai corsi di giornalismo italiani…

Vabbè, ulteriori info contenute nell’email di Serena:

La Conferenza è un’iniziativa mondiale lanciata una decina di anni fa dall’associazione americana Investigative Reporters and Editors (IRE: www.ire.org) con lo scopo di promuovere la collaborazione fra reti di giornalisti su temi transnazionali. Tutto sull’ultima edizione: http://www.gijc2008.no/

La Conferenza è un’occasione eccezionale per imparare, per  ‘fare rete’ con giornalisti di tutto il mondo e – soprattutto per chi lavora per la carta stampata, il web e la radio – è anche un modo facile per raccogliere in un colpo solo diverse storie incredibili, che arrivano da mezzo pianeta… senza dover girare il mondo.

L’edizione di quest’anno è organizzata dal nodo svizzero (www.swissinvestigation.net) e la sua riuscita si basa sul lavoro volontario. Il contributo dei partecipanti consente di finanziare le strutture indispensabili alla Conferenza e soprattutto di portare a Ginevra un centinaio di giornalisti da Asia, Africa, America del sud ed Europa dell’est – colleghi e colleghe che altrimenti non avrebbero potuto partecipare.

Per questo, la partecipazione di tutti gli altri e le altre è a pagamento: sono circa 400 euro che comprendono, oltre a tutte le sessioni, anche i pranzi, le pause caffè e due cene su tre.

Sono attesi alla Conferenza circa 500 giornalisti da tutto il pianeta. Ci saranno 100 atelier pratici, che partono sempre da un’inchiesta per arrivare a scambiare tecniche, esperienze e contatti. La Conferenza evita di entrare nel campo accademico, per concentrarsi sullo scambio dinamico e concreto. Ogni sera, sono organizzate cene collettive per approfondire i contatti e coltivare collaborazioni e progetti di inchiesta. A Ginevra ci saranno ospiti di prestigio come Seymour Hersh – il veterano del giornalismo americano che ha reso pubbliche le torture di Abu Ghraib. Ma ci saranno soprattutto tante occasioni di apprendimento e scambio:

http://www.gijc2010.ch/en/program
http://www.gijc2010.ch/en/speakers

Qui per iscriversi:

http://www.gijc2010.ch/en/registration

Il segretariato risponde – anche in italiano – ogni lunedì, martedì e giovedì dalle ore 9 alle 13: tel 0041 22 54 61 442

One Comment

  1. Non mi dire niente, mi viene in mente il signor Rezzonico… 😀

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *