Caldoro-De Luca, testa a testa con fuoco amico: piccola analisi

Secondo la ricerca della società di Luigi Crespi sulle elezioni regionali in Campania, Stefano Caldoro (Pdl) sarebbe al 55% mentre Vincenzo De Luca (Pd) sarebbe al 45%. Un sostanziale testa a testa, con Pdl che “doppierebbe” il Pd (40% contro 22%), Idv all’8,5 e Udc al 10, una sinistra che sparpagliata non arriva al 5% e i rutelliani con percentuale da prefisso telefonico. Prendendo col beneficio d’inventario questi sondaggi, per la sinistra il campanello d’allarme è suonato già da tempo: se non fanno un patto restano fuori dal Consiglio regionale. Il Pdl invece ha paura che lo sceriffo De Luca vada a pescare nel suo elettorato moderato che ritiene Cosentino inaccettabile.
Il dato del “fuoco amico” sarà fondamentale: Caldoro  teme che i nemici di Cosentino (Bocchino in primis) optino addirittura per un De Luca, quest’ultimo è preoccupato del colpo di coda di un Antonio Bassolino infuriato per esser stato messo da parte.

Update: l’analisi di Luigi Crespi

12 Comments

  1. […] oggi è soprattutto la giornata dei primi sondaggi (Swg, Crespi) e delle intepretazioni dei numeri, che confermano il peso di Idv e Udc. Antonio Fiore, per […]

    Rispondi

  2. Dal sondaggio manca il Movimento Campania a 5 stelle che rappresenta i cittadini liberi della Regione Campania.

    Rispondi

  3. è nella voce Altri, probabilmente.

    Rispondi

  4. Effettivamentela mancanza del Movimento 5 Stelle Campania è strana, soprattutto guardando i dati dei partiti minori.

    Rispondi

  5. beh considerato che c’è il partitino di rutelli allo 0,3 credo ch eil movimento a 5 stelle avrebbe meritato ampiante la citazione anche perchè credo proprio che sarà una bella sorpresa, soprattutto nella provincia di Napoli…

    Rispondi

  6. non è ottimistico definire un 55 a 45 un sostanziale testa a testa?

    Rispondi

  7. Norberto, sì è più che ottimistico. Anche perché nella peggiore delle ipotesi (Idv e Sinistra con cespugli che sostiene De Luca) Udc Mpa e Destra con Caldoro stravincono. Però ragionando sul dato senza coalizione, non mi aspettavo De Luca al 45, pensavo molto meno. E poi ti ripeto, molto sarà il gioco del fuoco amico: nel Pdl chi non vuole Cosentino si sta già muovendo.

    Rispondi

  8. Paolo….ma per ora i grillini mi pare non abbiano manco le firme per presentare le liste

    Rispondi

  9. Ma ci fosse un nome nuovo.

    Rispondi

  10. amico mio, nomi nuovi qui? Er mejo c’ha la lebbra, dicono a Roma 🙂

    Rispondi

  11. Ci abboffano di De Lollis!

    Rispondi

  12. […] Caldoro-De Luca, testa a testa con fuoco amico: piccola analisi Secondo la ricerca della società di Luigi Crespi sulle elezioni regionali in Campania, Stefano Caldoro (Pdl) sarebbe al 55% mentre Vincenzo De Luca (Pd) sarebbe al 45%. blog: Giornalisticamente, il blog di Ciro Pellegrino | leggi l'articolo […]

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *