ordine dei giornalisti

Giornalista precario, se il contratto è un concorso a premi (Sveglia!!1!)

Il giornalismo online è quasi sempre (in molti casi senza alcuna ragione) sinonimo di libertà. E questa millantata libertà spesso non prevede il diritto ad un equo pagamento. È una questione rispetto alla quale in Italia c’è un disinteresse enorme tra i cosiddetti “esperti” di editoria online. Gente che si eccita se Google cambia l’algoritmo Continue reading Giornalista precario, se il contratto è un concorso a premi (Sveglia!!1!)

La web-tv del Comune di Napoli: se la cura è peggiore del male

Avevo scritto nemmeno una manciata d’ore fa degli “strani” movimenti intorn al progetto della web tv del Comune di Napoli. Beh, ora sul sito internet dell’Ente appare questo messaggio che posto qui integralmente. Allegati, ci sono la determina con gli spettacolari requisiti per diventare direttore della tv telematica del Comune partenopeo.  Si sono dati il Continue reading La web-tv del Comune di Napoli: se la cura è peggiore del male

Pubblicista, ovvero mini-giornalista

Fa piacere che l’Ordine dei Giornalisti si renda conto che sì, anche i giornalisti iscritti all’elenco Pubblicisti dovrebbero dimostrare non solo di aver scritto per tot mesi  su un giornale, ma anche far finta di conoscere le norme-base che regolano la professione. Dunque, stando a queste linee guida l’aspirante pubblicista dovrà partecipare ad un mini-corso Continue reading Pubblicista, ovvero mini-giornalista