iPad

Umberto mio, non va più via, l’odore del libro che hai addosso

Umberto Eco, il grande, inarrivabile, incontestabile Eco, da qualche decennio inizia i suoi articoli sul futuro del libro con una convinzione. Che stiamo tutti lì a dire: “dopodomani alle 22.15, massimo 22.30, il libro cartaceo non esiste più”. Non è così, le forzature dei titoli delle terzepagine dei giornali (“Libro addio”, “Arriva l’Ebook, il libro Continue reading Umberto mio, non va più via, l’odore del libro che hai addosso

Il futuro passato del giornalista

Sono sicuro che a qualcuno questa storia dell’associare tecnologico e antico piacerà, a me della macchina per scrivere piaceva solo il rumore della sala affollata all’Ergife Hotel, all’esame per giornalista. È uan delle poche cose che ricordo di quel giorno: i pavesini, il cesso occupato, i copioni e quando mi fermai per ascoltare la pioggia Continue reading Il futuro passato del giornalista