Dici: per noi va male. Il buio cresce, le forze scemano

hope

La poesia “A chi esita” di Bertolt Brecht è sempre adatta quando ti sembra di non capire il mondo che hai intorno.

Dici:
per noi va male. Il buio
cresce. Le forze scemano.
Dopo che si è lavorato tanti anni
noi siamo ora in una condizione
più difficile di quando
si era appena cominciato.

E il nemico ci sta innanzi
più potente che mai.
Sembra gli siano cresciute le forze. Ha preso
una apparenza invincibile.
E noi abbiamo commesso degli errori,
non si può più mentire.
Siamo sempre di meno. Le nostre
parole d’ordine sono confuse. Una parte
delle nostre parole
le ha travolte il nemico fino a renderle
irriconoscibili.

Che cosa è errato ora, falso, di quel che abbiamo detto?
Qualcosa o tutto? Su chi
contiamo ancora? Siamo dei sopravvissuti, respinti
via dalla corrente? Resteremo indietro, senza
comprendere più nessuno e da nessuno compresi?

O contare sulla buona sorte?

Questo tu chiedi. Non aspettarti
nessuna risposta
oltre la tua.

A chi esita – Berthold Brecht

2 comments

  1. Ho un’età in cui anche in quest’epoca, in questo preciso momento posso immedesimarmi con i dubbi e l’insicurezza espressi da Brecht. La nostra fiducia, la nostra ingenuità, la nostra ignoranza nei confronti del mondo bastano ad assolverci? Sicuramente non da noi stessi che, con testardaggine, non abbiamo saputo rinunciare a ideali ormai obsoleti orgogliosamente convinti – anche perché ci sono costati qualcosa – rappresentassero il bene comune. D.G.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *