Dieci anni senza Pierangelo Bertoli

Seduto sul letto, con il libretto dei testi in mano perché era bello ascoltare e leggere, vedere come veniva bene esprimere quei concetti con la musica e il suono di una chitarra. Andare ad un concerto e prima dell’esibizione vederlo lì, al centro, a parlare con chi gli voleva bene e apprezzava la sua musica.
La stessa musica che non passa facilmente per le radio – non è mai accaduto, nemmeno per le sortite sanremesi – ma che è fortunatamente disponibile su Youtube, così come i testi.
Scopritelo, Pierangelo Bertoli, amatelo: a 10 anni dalla sua morte i pezzi che compose e cantò fino alla fine, sono talmente d’attualità da sembrare scritti ieri.

One comment

  1. Anch’io me lo ricordo:Teatro Smerldo a Milano, spiaggia di Cervia estate. Si puó dire anche comunista? Beh, allora lo eravamo. Perché non un concerto per ricordarlo?

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *