Napoli, il centrosinistra e il gioco dei quattro Cantone

Esattamente un mese fa si votava  per le primarie del centrosinistra sindaco di Napoli, un mese dopo quelle votazioni drammatiche si sono trasformate in una farsa, nemmeno di buon livello. Nessuno sa, un mese  dopo, chi ha vinto: fu congelato tutto per sospetti brogli. Ma nessuno sa, un mese dopo, se qualcuno ha davvero imbrogliato. Il rischio è che se c'è un lestofante sia ancora tra quei 44mila e passa che hanno votato il possibile candidato a sindaco del centrosinistra. Insomma, è stato come giocare al tressette a perdere e la posta in palio era la città di Napoli. Siamo a marzo, il 15 maggio ci sono le elezioni e non c'è una faccia, una squadra, un programma. Ah, non c'è nemmeno la dignità: l'eventuale candidato sarà figlio di questo pasticcio delle primarie e con quale faccia si prensenterà in giro?

Tra i candidati del gioco "lose-lose" e cioè Nicola Oddati, Andrea Cozzolino, Umberto Ranieri e Libero Mancuso c'è sempre Raffaele Cantone anche se il giudice sta dicendo ogni giorno a tutto il mondo che non vuole, che non è cosa, che non si candiderà. Cambierà idea? A questo punto meglio un candidato perdente che uno con possibilità ma pregato fino allo stremo. Il crazy horse napoli ha davvero bisogno di qualcuno che abbia paura di salirci in sella?

 

Update: il buon Cantone proprio oggi pomeriggio ha spento ogni possibilità. «Sto bene dove sto» ha detto. Dunque il Pd deve raccogliere le ceneri del disastro  primarie e rimettersi alla ricerca disperata di un nuovo candidato. Con quali possibilità, non si sa.

3 comments

  1. Cirù non sono con te. Meglio uno pregato fino allo stremo e con una caratura e valori  ineccepibili che un perdente. E te lo dice uno che è stato sempre dalla parte dei looser, vuoi per scelta che per affinità elettive.So tiemp brutt. E anche questo pressing ha la sua ragione. 

    Rispondi

  2. Ciro, se mettevi Cavani tra i candidati il problema si sarebbe risolto subito e senza potenziali brogli.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *