7 modi per evitare la scissione interna nel Pd

La scissione nel Partito Democratico può essere evitata. Ci sono tecniche per rimettere assieme coppie sgarrupate, vuoi vedere che questi qui – che manco sanno dove andare da soli – non riusciamo a farli rimettere insieme? Io dico la mia. 1. Mettere le mamme in mezzo per apparare. Non nel senso che uno dice “mammeta” Continue reading 7 modi per evitare la scissione interna nel Pd

Con questi giorni che non mi riescono…

«Con questi giorni che non mi riescono…»* Ho avuto la febbre per qualche giorno – per un maschio adulto significa aver vissuto un’esperienza di pre morte – e quando sono uscito per tornare in redazione (ieri) Napoli era lattiginosa, immersa in una nebbia che per noi non è usuale. I contorni sfumati di Castel Sant’Elmo Continue reading Con questi giorni che non mi riescono…

Newsletter su Napoli e i napoletani

Una newsletter su Napoli, vista da un giornalista che a Napoli vive e lavora. Sono anni in cui questa città è sempre più marginale nel dibattito politico e culturale italiano. Eppure la capitale del Mezzogiorno d’Italia resta un punto privilegiato per guardare gli effetti di quel ch’è stato deciso altrove o come laboratorio che anticipa quel che sarà. La newsletter Continue reading Newsletter su Napoli e i napoletani

Tarantelle, canzoni, sole e mandolino, a Napoli si muore a tarallucci e vino…

«Tarantelle, canzoni, sole e mandolino a Napoli si muore a tarallucci e vino…»* Abito a pochi metri dalla Duchesca, il mercatino della sparatoria in cui qualche giorno fa è stata ferita una bimba di 10 anni. E però lavoro in una redazione affacciata sul golfo di Napoli con un panorama spettacolare. Il salotto buono e il Continue reading Tarantelle, canzoni, sole e mandolino, a Napoli si muore a tarallucci e vino…

«I’ nun m’arricordo cchiù, si stevemo bbuono»*

«I’ nun m’arricordo cchiù, si stevemo bbuono»* Sono le cinque e mezza del pomeriggio dell’ultimo giorno del 2016 e Napoli sembra già sotto bombarda18menti. Aveva ragione Riccardo Pazzaglia in “32 Dicembre” di Luciano De Crescenzo, sui popoli fuochisti. Ordunque, quest’anno negli auguri di “buona fine e buon principio” ci siete pure voi, «unica, eguale tempra Continue reading «I’ nun m’arricordo cchiù, si stevemo bbuono»*